La Nostra Storia

La storia dell’ASEFOP è strettamente legata alla figura di Bernard Aucouturier senza la cui presenza, stimolo e insegnamenti L’ASEFOP non sarebbe nata. Il prof. Aucouturier ha sviluppato la sua attività clinica ed educativa con i bambini dagli anni ’70 in Francia. A Tours, nel palazzo comunale dello sport, attraverso un lavoro quotidiano con le bambine e i bambini di tutte le età e caratteristiche, nacque un metodo che con gli anni si chiamerà Pratica Psicomotoria Aucouturier.

Il filmato “Bruno”, realizzato nel 1972 da M. Dubray e analizzato a livello teorico da Bernard Aucouturier e André Lapierre in forma di libro (Bruno, Delachaux e Niestlé, 1977) fece conoscere gli inizi della Pratica mentre il testo “Il metodo Aucouturier, fantasmi d’azione e Pratica Psicomotoria” (F. Angeli, Milano, 2005) illustra in modo approfondito questa Pratica. Tra la pubblicazione di questi libri esistono altre opere, divenute molto note, come la trilogia de “I contrasti”, “La simbologia del movimento”, “Il corpo e l’inconscio in educazione e terapia”, scritte in collaborazione con Lapierre, Darrault, Empinet e, più recentemente, “Cos’è che fa muovere i bambini”, in collaborazione con Gérard Mendel. Queste opere hanno reso Bernard Aucouturier un importante riferimento nel campo della psicomotricità.

Bernard Aucouturier aveva un dono, una capacità speciale di relazionarsi con i bambini. Durante tutta la sua vita professionale dimostrò una grande sagacia nell’osservazione del comportamento infantile, così come una sensibilità non comune di fronte al bambino che soffre e che esprime il proprio malessere come può, aspettando che qualcuno lo ascolti. Questo dono lo portò a ricercare il senso profondo dell’espressività motoria infantile, che affonda le sue radici nelle tappe più arcaiche dell’esistenza.

L’originalità del metodo si fonda sull’azione, sul piacere e sulla relazione, assi portanti dell’evoluzione e della maturazione psicologica del bambino. Aucouturier è stato forse l’unico autore capace di tradurre in principi pratici concetti appartenenti ad autori come Piaget, Freud e soprattutto Winnicott, che spiegano le radici corporee della nascita dello psichismo e dell’intelligenza. Questa sua capacità ha reso possibile il suo importante contributo alla terapia e all’educazione psicomotoria anticipando e dando forma pratica anche alle recenti scoperte delle neuroscienze.

La Pratica Psicomotoria Aucouturier nasce pertanto dall’esperienza, è qualcosa di vivo e dinamico costruito però su una base teorico-pratica di grande consistenza. Le sale di psicomotricità di mezzo mondo sono piene di un materiale unico, malleabile, colorato, come i moduli di gommapiuma, altro grande apporto del professor Aucouturier.

Dalla sua fondazione l’ASEFOP fu lo spazio scelto da Bernard Aucouturier per diffondere il suo metodo attraverso i corsi di formazione realizzati nelle sue scuole. Per venticinque anni Aucouturier ha portato il suo sapere, la sua esperienza, le sue ricerche nelle scuole dell’ASEFOP, ai cui corsi partecipava con regolarità. Nei suoi seminari abbiamo potuto apprendere la sua filosofia, la sua etica di rispetto per il bambino come soggetto, il suo sguardo e una pratica, la Pratica Psicomotoria, che cambia chi la conosce.

I formatori dell’ASEFOP costituiscono l’unico gruppo di professionisti direttamente formati da lui. Per circa trenta anni hanno seguito la direzione di Bernard Aucouturier, hanno creato Scuole di formazione attraverso le quali la Pratica Psicomotoria ha potuto essere conosciuta in modo fedele e rigoroso.